Epipactis meridionalis ????

...in attesa di una soluzione

Epipactis meridionalis ????

Messaggiodi Antonio » 28 luglio 2011, 21:22

Abriola -Pz- 27 luglio 2010

Epipactis muelleri???
Allegati
Epi muelleri 8210.jpg
Epi muelleri 8210.jpg (145.38 KiB) Osservato 4388 volte
Epi muelleri 8211.jpg
foglie con nervature, nella pagina inferiore, molto marcate ed evidenti al tatto
Epi muelleri 8211.jpg (185.67 KiB) Osservato 4388 volte
Epi muelleri 8877.jpg
Epi muelleri 8877.jpg (154.74 KiB) Osservato 4388 volte
Epi muelleri 8887.jpg
Epi muelleri 8887.jpg (147.03 KiB) Osservato 4388 volte
Epi muelleri 8888.jpg
Epi muelleri 8888.jpg (145.83 KiB) Osservato 4388 volte
Antonio
Socio G.I.R.O.S.
 
Messaggi: 304
Iscritto il: 19 giugno 2011, 21:22
Nome: Vito Antonio
Cognome: ROMANO
Località: Potenza

Re: Epipactis muelleri ????

Messaggiodi mauroo » 28 luglio 2011, 21:42

Non è una Epipactis muelleri: viscidio e clinandrio sono ben sviluppati e la base del pedicello è arrossata.
mauroo
Socio G.I.R.O.S.
 
Messaggi: 295
Iscritto il: 10 giugno 2011, 15:50
Località: Taggia (IM)
Nome: Mauro
Cognome: OTTONELLO
Località: Taggia

Re: Epipactis muelleri ????

Messaggiodi Antonio » 28 luglio 2011, 22:03

grazie Mauro, hai qualche idea di che specie si tratti??
Ciao Antonio
Antonio
Socio G.I.R.O.S.
 
Messaggi: 304
Iscritto il: 19 giugno 2011, 21:22
Nome: Vito Antonio
Cognome: ROMANO
Località: Potenza

Re: Epipactis muelleri ????

Messaggiodi mauroo » 29 luglio 2011, 14:39

Premetto che non conosco bene le specie presenti nell'Italia meridionale, in quanto non le ho mai osservate direttamente.
Andando per esclusione eliminerei E. meridonalis, che tra l'altro tu conosci molto bene. Eliminerei anche E. greuteri per la non sufficiente lunghezza del peduncolo fiorale. Restringerei la rosa a E. helleborine e a E. schubertiorum: il peduncolo allungato e le foglie vagamente pendule possono fare pensare alla seconda, ma i pollinii decisamente coesi nei tre fiori visibili mi orientano verso la galassia helleborine. Per avere maggiori certezze auspichrei un intervento di Luciano Bongiorni.
Grazie in anticipo Luciano se vorrai intervenire.
mauroo
Socio G.I.R.O.S.
 
Messaggi: 295
Iscritto il: 10 giugno 2011, 15:50
Località: Taggia (IM)
Nome: Mauro
Cognome: OTTONELLO
Località: Taggia

Re: Epipactis muelleri ????

Messaggiodi Antonio » 29 luglio 2011, 19:03

Ciao Mauro, ti ringrazio × i consigli. Io penso che la classificazione dell'esemplare che si posta in fondo non sia la priorità assoluta, mentre invece è molto utile la discussione che si genera sull'argomento. Per dirla breve ho appreso molto più dalle osservazioni, dai dubbi che hai sollevato che da una classificazione "anche corretta" della specie.
Per la E. schubertiorum ho i miei dubbi, ho gia degli esemplari che a me sembrano essere E. schubertiorum completamente diversi dalle foto postate. Appena ho tempo cerco di postarle.
Ciao Antonio
Antonio
Socio G.I.R.O.S.
 
Messaggi: 304
Iscritto il: 19 giugno 2011, 21:22
Nome: Vito Antonio
Cognome: ROMANO
Località: Potenza

Re: Epipactis muelleri ????

Messaggiodi luciano » 30 luglio 2011, 0:33

Ciao Carissimi e grazie sopratutto,
l'unico nome che riesco ad associare a queste piante è proprio Epipactis meridionalis. Boccioli molto piccoli, peduncoli degli ovari assai allungati, credo siano caratteri che lasciano pochi dubbi. I vostri dubbi riguardavano forse le foglie? Beh le foglie nel genere Epipactis sono determinanti al fine della classificazione soltanto quando le piante crescono nel loro ambiente tipico. Quando queste si trovano a crescere ai margini solitamente creano grosse confusioni.
Ciao ciao Luciano
luciano
Socio G.I.R.O.S.
 
Messaggi: 109
Iscritto il: 29 giugno 2011, 21:58
Nome: Luciano
Cognome: Bongiorni
Località: Rezzanello (PC)

Re: Epipactis muelleri ????

Messaggiodi Antonio » 30 luglio 2011, 22:33

Luciano ha ragione, i Boccioli molto piccoli, i peduncoli degli ovari assai allungati, sono caratteri inconfondibili di Epipactis meridionalis ma i conti non mi tornano ugualmente perché la pianta in questione è nell’ Habitat classico × la meridionalis, faggeta di alto fusto, e nei dintorni è pieno della “forma classica” (vedi foto già postate). Rispetto alle altre piante questa è più vicina a un piccolo torrente.
I due caratteri che divergono totalmente sono il portamento e le brattee dei fiori inferiori sono troppo lunghe.
Appena posso posto altre foto di meridionalis × dare un’idea più completa dell’argomento.
Grazie ancora a Luciano e Mauro.

Ciao Antonio
Antonio
Socio G.I.R.O.S.
 
Messaggi: 304
Iscritto il: 19 giugno 2011, 21:22
Nome: Vito Antonio
Cognome: ROMANO
Località: Potenza


Torna a Casi irrisolti

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite